Pasqua ad Agrigento

In un territorio ricco di storia, di tradizioni, e di fede, la Pasqua ad Agrigento offre intense suggestioni e numerosi momenti di profondo contatto popolare. Antichi riti, sacre rappresentazioni, sapori tradizionali e il calore delle persone fanno della Settimana Santa ad Agrigento un’occasione unica per conoscere le molteplici sfaccettature di un territorio dove natura arte e cultura si fondono in un appassionato abbraccio.


Ecco come alcuni comuni agrigentini si preparano a celebrare la Pasqua:


Agrigento: La Settimana Santa

La Settimana Santa ad Agrigento inizia la Domenica delle Palme con la benedizione, in ogni Chiesa della città, delle palme finemente intrecciate ed addobbate che i fedeli portano in chiesa . La sera del Giovedì Santo i fedeli visitano le diverse Chiese del centro storico i santi "sepolcri": gli altari votivi dedicati alla passione. Le funzioni della Settimana Santa trovano il culmine nella processione serale del Venerdì Santo che si snoda lungo la via Atenea, dove le bande musicali accompagnano le confraternite dal saio nero che intonano suggestivi canti rituali dietro la sontuosa urna del simulacro del Cristo, seguito dalla statua della Madonna addolorata. Oltre a questo antico e suggestivo rituale, la Pasqua ad Agrigento è un’occasione per conoscere una città ricca di storia, natura arte e cultura, e visitare la straordinaria Valle dei Templi.

Aragona: U ‘Ncontru”

La sacra rappresentazione dell’incontro fra i Santi Pietro e Paolo ad Aragona è uno spettacolo singolare : due “Santoni” dalla testa di legno e dall’aspetto imponente vengono portate sulle spalle per mezzo di un’imbracatura per le vie del centro, mentre nelle Chiese del Carmine e del Rosario, ogni dettaglio viene curato in vista dell’incontro tra la Madonna e il Cristo risorto. Oltre allo spettacolare rito e alle possibili visite al seicentesco “Palazzo Principe” e alla Riserva naturale delle Macalube, la pasqua aragonese offre la possibilità di degustare “u Taganu”: piatto d’origine medievale, simile ad uno sformato realizzato con uova, tuma, carne trita, pasta ed aromi, un piatto che rappresenta una delle più antiche e prelibate tradizioni di Aragona.

Ribera: Lu "Ncontru”

Grandi e solenni celebrazioni della resurrezione a Ribera, che dopo giorni di preparazione culminano nel tradizionale "Incontro" fra i simulacri riccamente addobbati della Madonna addolorata, seguita da S. Michele che le annuncia la resurrezione, e il Cristo risorto. La manifestazione avviene lungo il corso principale del paese con lunghe e spettacolari rincorse fra i simulacri dei Santi portate a spalla dai fedeli ed è arricchita dalla sfilata di bande e confaloni delle varie parrocchie e associazioni del luogo. Oltre ai riti tradizionali, la Pasqua riberese rappresenta un’occasione unica per gustare la ottima pasticciera tipica e visitare la Riserva Naturale della Foce del Fiume Platani.

S. Biagio Platani: Archi di Pasqua

Tra le manifestazioni che celebrano la Pasqua, quella che si svolge a San Biagio Platani è sicuramente una delle più antiche, originali e scenografiche di tutta la Sicilia. La manifestazione e’ una gara appassionante tra le due confraternite, dei "Madunnara" e dei "Signurara", che si cimentano nella realizzazione di grandiosi archi e di tipiche sculture di pane. Grazie alle straordinarie decorazioni realizzate con telai e intrecci di canne, ornate da singolari sculture di pane e da arance, San Biagio Platani si trasforma in un salotto molto suggestivo ed accogliente per tutta la Settimana Santa, soprattutto la sera quando le luci illuminano tutto il corso principale del paese addobbato dai sontuosi archi e dalle superbe decorazioni: un’atmosfera da non perdere.

Grotte: La Pasqua del Dio Vivente

Pasqua del Dio Vivente (Grotte) - Scarica la brochure
Dal 4 al 6 Aprile ovvero nel fine settimana della Domenica delle Palme, a Grotte ha luogo una singolare manifestazione: La PASQUA DEL DIO VIVENTE. Stradine, viuzze, angoli del centro storico vengono animati da una serie di espressioni artistiche come teatro, danza, video proiezioni con l'obiettivo di rendere in una formula nuova e multi-sensoriale i temi universali e sempre attuali della Pasqua.
Oltre ai tradizionali festeggiamenti con sacre rappresentazioni durante la settimana santa, Grotte, dunque, apre le manifestazioni agrigentine della Pasqua con una iniziativa di spessore che per tre giorni traccerà un percorso denso di suggestioni nel cuore del centro storico.


Prenota Online il tuo Albergo
WebTV
Farm Cultural Park