Comuni > Palma di Montechiaro > Festa della Madonna del Castello

Festa della Madonna del Castello

La domenica dopo Pasqua, i palmesi celebrano la Festa della Madonna del Castello : migliaia di devoti, dal paese fino al castello, si incamminano a piedi nudi per sciogliere le proprie promesse votive. Giunti al castello, prelevano a spalla la miracolosa statua che, accompagnata da un corteo e da giovani a cavallo, fa un ingresso trionfale in città.
La processione continua facendo il giro solenne delle strade cittadine, al grido di "evviva a bedda Matri du Casteddu!". Dopo essere stata esposta alla pubblica venerazione nelle varie chiese palmesi, una settimana prima dell'Ascensione, e sempre con sfarzoso cerimoniale popolare, la statua viene riportata al castello, dove rimarrà fino all'anno seguente.

Palma di Montechiaro

distanza da Agrigento km 27; abitanti 23.927; altitudine m.165

Fondata nel 1637 da Carlo Tomasi e De Caro, avo del celebre scrittore Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Palma di Montechiaro è un grosso centro che si estende su un ampio terrazzo in vista della costa. All'originario nome di Palma (albero che figura nello stemma dei De Caro) venne aggiunto nel 1863 quello di Montechiaro, per il vicino Castello chiaramontano. Nel ricco patrimonio monumentale del centro storico si riconoscono luoghi e ambienti che hanno ispirato alcune pagine del romanzo "Il Gattopardo", cui è stato dedicato un Parco Letterario. Situata in prossimità del mare, Palma si affaccia su un lunghissimo litorale sabbioso, alternato da scogliere. La Festa della Madonna del Castello è la più solenne e caratteristica celebrazione religiosa del luogo.

Cosa vedere :
Centro storico: Castello; Palazzo Ducale, Chiesa Madre, Il Monastero di S.Benedetto, Chiesa del SS.Rosario e tutti i luoghi letterari de “il Gattopardo”. Spiagge di Marina di Palma.
Cosa gustare: piatti tipici della cucina locale, fra tutti, il tortino di melanzane, i pasticcini “mandorlati del Gattopardo”
Prenota Online il tuo Albergo
WebTV
Farm Cultural Park