Comuni > Santa Margherita Belice > Chiese e monumenti di Santa Margherita Belice

Chiese e monumenti di Santa Margherita Belice

Il Palazzo dei Filangeri Principi di Cutò, eretto nel XVII secolo, presenta un'ampia facciata in cui si aprono eleganti portali, tribune e finestre. Fedelmente ricostruito nelle parti danneggiate dal sisma del 1968, l’imponente struttura, con l’annesso florido parco e teatro, rende ancora l’idea di quella che fu la prestigiosa residenza estiva della famiglia di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Oggi il Palazzo è sede del Parco letterario - museo del Gattopardo in onore al celebre scrittore che qui trascorse lunghi periodi della sua infanzia. Nei sui ambienti è possibile riconoscere il palazzo di Donnafugata, in cui si rifanno le pagine e le memorabili scene del Gattopardo. In ciò che rimane della magnifica seicentesca Chiesa madre, è stato realizzato il Museo della Memoria : centinaia di fotografie ricordano i nove paesi della valle del Belice colpiti dal terremoto del 15 gennaio 1968, i momenti immediatamente seguenti la distruzione, le macerie, i volti delle popolazioni duramente provate, e poi la ricostruzione e la rinascita del paese.

Santa Margherita Belice

distanza da Agrigento 100 KM ; abitanti 6.649; altitudine m. 400

Santa Margherita Belice
fu fondata nel 1572 sulle rovine del casale arabo menzil-el-sindi da Antonio Corbera, antenato dello scrittore Giuseppe Tomasi di Lampedusa. La città, compromessa dal sisma del 1968 e ricostruita, ha il suo centro nella piazza Matteotti dove si trovano i ruderi della magnifica Chiesa Madre, trasformata in museo della memoria e il Palazzo Filangeri-Cutò: la prestigiosa residenza estiva della famiglia Tomasi. La città è legata al ricordo felice dell'infanzia di Giuseppe Tomasi di Lampedusa: alla famiglia della madre, infatti, apparteneva il Palazzo Filangeri-Cutò, dove lo scrittore trascorreva l'estate da bambino ed oggi sede del Parco e museo letterario.
Il paese sorge in una fertile zona collinare, prodiga di pascoli per la autoctona pecora belicina, e ricca di estese coltivazioni di grano, viti, e fichidindia: produzioni d’eccellenza del paese. La Sagra del ficodindia e la Festa del SS. Crocifisso costituiscono le manifestazioni più tradizionali e popolari del luogo.

Cosa vedere: Parco-museo letterario del Gattopardo; Palazzo Filangeri-Cutò e Chiesa Madre (museo della memoria).
Cosa gustare: prodotti latteo-caseari, fra tutti la vastedda del belice ; ficodindia; fichi secchi vini DOC
Prenota Online il tuo Albergo
WebTV
Farm Cultural Park